X
Skimbu è stato abbandonato, ma è stato sostituito da Tasc.it!

Npackd: il gestore delle applicazioni per Windows

Pubblicato da il giorno 10 marzo 2011

closeQuesto articolo è stato pubblicato 3 anni 5 mesi 12 giorni tempo fa e potrebbe contenere informazioni non più valide.

Recentemente @dcampogiani ci ha segnalato su Twitter il software Npackd, un vero e proprio gestore delle applicazioni per Windows. Non solo ti permette di scaricare gli aggiornamenti ma anche di installare e disinstallare i programmi. La cosa curiosa è che non è un’idea targata Microsoft, lo trovi infatti in Google Project Hosting.

Google Project Hosting è un  servizio, creato 5 anni fa dalla casa di Mountain View, che ospita i progetti degli sviluppatori opensource .

Il software

Prima di tutto devi scaricare e scompattare l’archivio (il link per il download lo trovi anche al termine di questo articolo); oltre al file .zip è disponibile anche un file .msi. Lancia il file npackdg.exe per aprire il programma.

Troverai l’interfaccia essenziale: abbiamo i pulsanti per l’installazione, la rimozione, l’aggiornamento e il link alla pagina del programma. A destra c’è il filtro per scegliere se visualizzare tutto, le applicazioni installate, quelle non installate, quelle con aggiornamenti disponibili oppure nuove e installate; naturalmente potrai fare anche una normale ricerca nell’apposita barra. Hai poi tutta la lista dei programmi con titolo, descrizione, versione e status rispetto al tuo computer; per maggiori informazioni basta un doppio clic su nome.

Il programma è molto semplice e risulterà familiare a chi ha utilizzato o utilizza Ubuntu e il relativo software centre.

Npackd presenta una lista di circa 500 programmi, considera però che alcune sono “doppioni”, ossia stesso programma ma in versioni diverse. Il motivo? Npackd ti permette di installare lo stesso programma due volte, ossia due versioni che convivono senza problemi.

Se decidi di utilizzare questo software ricordati prima di tutto che Npackd aggiorna soltanto i software installati con esso e che la disinstallazione è importante farla sempre tramite Npackd invece che tramite Pannello di Controllo per evitare di creare problemi al sistema. Per lo stesso motivo ti consiglio di rimuovere tutti i programmi installati con questo software prima di disinstallarlo nel caso non lo volessi più usare.

Npackd con Windows a 64bit

Per chi, come me, ha una versione a 64bit di Windows, è possibile aggiungere il repository per i programmi a 64 bit, ossia il “deposito” che contiene anche questa versione dei programmi indicizzati.

Nel menu File scegli Settings e assicurati che il percorso alla voce Installation Directory sia giusto altrimenti lo cambi. Ora devi solo incollare la seguente stringa sotto quella già esistente:

http://windows-package-manager.googlecode.com/hg/repository/Rep64.xml

Dai l’OK e Npackd provvederà ad aggiungere i software mancanti nella tua lista. Ora sei pronto per installare, aggiornare o rimuovere i vari programmi.

Conclusione

Npackd ha diverse potenzialità e potrebbe davvero diventare molto comodo con qualche accorgimento in più. Sarebbe interessante per esempio vedere una divisione in categorie, motivo per cui io preferisco affidarmi al semplicissimo Update Checker di Filehippo.com per verificare la presenza di aggiornamenti visto che mi permette anche di vedere i programmi più scaricati divisi per categoria o quelli recentemente aggiornati.

Stupisce molto che la Microsoft non abbia pensato a questa soluzione perchè non solo è comodo, ma anche molto semplice.

, 350 articoli pubblicati

24 anni, amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice all'occorrenza. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia. Editor e podcaster su Skimbu.it, autrice per Androidworld.it.

Visita il sito web di questo autore

Condividi l'articolo!

Seguici per leggere

Prima di vedere il contenuto che stai cercando seguici su Facebook per scoprire sempre grandi articoli riguardanti la tecnologia, la scienza, l'innovazione, la moda e le tendenze. Abbiamo una filosofia unica e giovane, e ci serve il tuo sostegno.

Se non hai Facebook seguici su Twitter!

Non ho Facebook ne Twitter o vi seguo già