X
Skimbu è stato abbandonato, ma è stato sostituito da Tasc.it!

Wiping: cos’è e come farlo

Pubblicato da il giorno 30 marzo 2011

closeQuesto articolo è stato pubblicato 3 anni 4 mesi 5 giorni tempo fa e potrebbe contenere informazioni non più valide.

Solitamente prima di vendere un computer, un hard disk o anche solo una chiavetta usb è buona norma cancellare in modo definitivo tutti i dati. Saprai però che spesso è possibile recuperare i dati anche dopo la cancellazione e se queste informazioni finissero in mani estranee di sicuro non dormiremmo sonni tranquilli. Risolviamo questo problema con il wiping, ossia sovrascrivendo i tuoi dati veri con dei dati falsi. Dopo il salto ti spiego quindi come effettuare una cancellazione definitiva del contenuto del tuo computer.

Che cos’è il wiping?

Il wiping è una tecnica molto usata ultimamente dagli esperti di informatica e fondamentalmente serve a rendere illeggibili i dati contenuti nell’hard disk. Quando formattiamo il disco rigido, i dati cancellati rimangono comunque sul disco ma sono illiggibili, almeno nel modo in cui siamo abituati; possiamo però usare un software (e ce ne sono diversi) in grado di recuperare i file, almeno in buona parte.

Un semplice software di manutenzione del pc, come per esempio TuneUpUtilities 2011, può recuperare gran parte dei file che abbiamo cestinato. E il tutto avviene in veramente pochi minuti. Capirai quindi quanto è rischioso lasciare i tuoi dati alla mercè di qualche malintenzionato in grado di effettuare operazioni di recupero ben più sofisticate di quella che ho fatto io con TuneUp.

Il wiping non elimina i dati, ma sovrascrive finti dati a quelli esistenti in modo che i tuoi non siano più leggibili.

Come posso fare il wiping?

Esistono diversi software in grado di svolgere questa operazione, la maggior parte dei quali sono a pagamento.

DBAN

Uno dei migliori programmi tra quelli gratuiti è DBAN (che sta per Darik’s Boot and Nuke) poichè si avvia direttamente da cd/dvd, potendo quindi effettuare il wiping anche su file che altrimenti sarebbero inaccessibili per via delle limitazioni di Windows.

Essendo un cd avviabile al boot, DBAN è adatto non solo a computer dotati di Windows, ma anche computer che utilizzano MAC OS X o una distribuzione Linux.

Prima di tutto dovrai scaricare il file immagine dal sito ufficiale e masterizzarlo su cd o dvd (per esempio con ImgBurn). Al termine lascia il cd/dvd inserito nel computer e riavvia il computer; dovrai assicurarti di impostare il cd/dvd come primo boot, quindi ricordati di accedere al BIOS e cambiare le impostazioni nel caso non si avviasse DBAN al primo colpo.

Una volta avviato il cd, premiamo Invio per entrare nel menu del software e scegliamo l’unità su cui effettuare il wiping. Ti ricordo che i tasti per spostarti nel menu sono indicati nella parte inferiore della schermata. Una volta selezionate le unità, premiamo F10 per avviare la procedura.

Il wiping è una procedura che richiede tempo quindi assicuratevi di averne prima di avviare DBAN. Più sarà capiente il drive su cui andremo ad effettuare l’operazione, più ci vorrà tempo e pazienza. Per darti un’idea sappi che siamo sempre nell’ordine delle ore.

Eraser

Tra i programmi gratuiti per Windows che svolgono il wiping, troviamo Eraser. Puoi scaricarlo direttamente dal sito e installarlo in pochi minuti, quindi se la procedura con dban non fa al caso perchè non hai cd, non ti interessa la cancellazione di tutti i file (compresi quelli di Windows) o preferisci una classica interfaccia a cui accedere da Windows questo programma fa al caso tuo.

Eraser ha una chiarissima interfaccia dove puoi settare il software per funzionare come meglio preferisci, a partire per esempio dal metodo di pulizia. Volendo puoi anche aggiungere file che servono a “depistare” chiunque tenti il recupero dei file.

Nel menu Pianificazioni pulizie si possono impostare precisi orari in cui effettuare la procedura sulle unità, sulle cartelle o sui file da te indicati.

Ti consiglio di lasciare poi che Eraser si integri con il menu contestuale di Windows, così quando vorrai cancellare qualcosa ti basterà usare il tasto destro.

CCleaner e TuneUp Utilities

Questi due programmi sono pensati principalmente per la manutenzione del computer, ma sono entrambi dotati di un tool per la rimozione sicura dei file.

Nel caso di CCleaner ti basterà andare in Strumenti e scegliere Bonifica drive; il software ti dà la possibilità di scegliere se “pulire” le parti dell’unità non occupate attualmente (Solo spazio libero) o se cancellare l’intero disco (Intero Drive). Anche in questo caso potrai decidere il metodo, ma ti consiglio di lasciare il metodo Gutmann che è ottimo.

In TuneUp Utilities 2011 abbiamo invece il tool TuneUp Shredder che troviamo nella scheda Recupera spazio in memoria con il nome di Cancellazione sicura dei dati. Possiamo scegliere se eliminare file, cartelle o i dati nel Cestino e ovviamente il metodo (come prima vi consiglio quello Gutmann).

Conclusioni

Come avrai notato, l’eliminazione definitiva dei file non è un’operazione limitata a pochi esperti poichè anche software che usi abitualmente possono svolgere questa funzione.

Probabilmente non ti servirà nell’utilizzo quotidiano del tuo computer, ma è buona norma fare il wiping nel caso volessi vendere un computer o un dispositivo di archiviazione. Se sei un tipo particolarmente attento alla privacy potresti utilizzarlo persino prima di prestare una chiavetta usb.

Io ti ho proposto diversi tipi di software che svolgono l’operazione in maniera più o meno approfondita, ma ovviamente ce ne sono molti altri che potrai trovare nel web e che magari sono più adatti alle tue esigenze.

, 350 articoli pubblicati

24 anni, amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice all'occorrenza. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia. Editor e podcaster su Skimbu.it, autrice per Androidworld.it.

Visita il sito web di questo autore

Condividi l'articolo!

  • ilnegoziante

    ricordo che su linux per farlo si può usare da terminale i seguenti comandi:
    sudo dd if=/dev/zero of=/home/nome_utente/eraser
    sudo rm eraser
    e si sostituisce zero con urandom per una maggior sicurezza!

    • Anonimo

      Questo non lo sapevo :)
      Grazie

  • http://matteocappelli.wordpress.com/ Matteo “roghan” Cappelli

    Su Linux da shell si può usare anche il comando shred, anche se credo sia meno efficace di software appositi come dban…

    ciao

  • Anonimo

    Una domanda forse ingenua: l’operazione del wiping cancella solo le tracce rimaste dei file già eliminati, o svuota del tutto il disco, eliminando tutti i file, anche quelli ancora presenti, e non ancora cancellati? 

  • Pingback: Cancellare definitamente video - Forum Android Italiano

Seguici per leggere

Prima di vedere il contenuto che stai cercando seguici su Facebook per scoprire sempre grandi articoli riguardanti la tecnologia, la scienza, l'innovazione, la moda e le tendenze. Abbiamo una filosofia unica e giovane, e ci serve il tuo sostegno.

Se non hai Facebook seguici su Twitter!

Non ho Facebook ne Twitter o vi seguo già