X
Skimbu è stato abbandonato, ma è stato sostituito da Tasc.it!
closeQuesto articolo è stato pubblicato 2 anni 8 mesi 27 giorni tempo fa e potrebbe contenere informazioni non più valide.

Skimbu segue sempre con molta attenzione le varie missioni che l’uomo vuole compiere, avevamo parlato tempo fa di Virgin Galactic e Virgin Oceanic, due grandi progetti riguardanti il primo lo spazio e il secondo le profondità oceaniche. E abbiamo scoperto che proprio Virgin Oceanic ha ora un bel concorrente: nientemeno che National Geographic con la sua DeepSea Challenge, un recentissimo progetto che partirà proprio a fine marzo 2012 e che scopriremo in questo articolo…

Alla fine dell’articolo l’aggiornamento di oggi 26 marzo 2012 che conferma il successo della missione, compiuta il 25 marzo 2012.

DeepSea Challenge

Immagine anteprima YouTube

Le notizie sono recentissime. Il progetto sta per partire. Addirittura oggi domenica 24 marzo 2012 dovrebbe partire James Cameron con la sua missione, tempo permettendo. Direi però di andare con ordine e spiegare tutto meglio…

DeepSea Challenge è un progetto di National Geographic che dura da 7 anni, ripeto, 7 anni! A Marzo 2012 il progetto potrebbe finalmente vedere la sua partenza. Lo scopo del progetto è stato e sarà costruire una “navicella” in grado di portare una persona nella fossa oceanica più profonda del pianeta: la Fossa delle Marianne, profonda ben 10.994 metri. È un po’ come scalare il Monte Everest (alto 8.848 metri) nelle profondità oceaniche. Per rendervi meglio conto di cosa possa nascondere la fossa delle Marianne, dovete assolutamente vedere questo video di National Geographic:

Immagine anteprima YouTube

E chi è quella persona che in questi giorni (il prima possibile, tempo permettendo) guiderà la navicella in questa pericolosissima missione (cercatelo poi qualcuno che vi aiuta a 10.000 metri di profondità in caso di problemi!)? Nientemeno che James Cameron, regista di Avatar, Titanic e molti altri film famosissimi. Chiaramente la navicella “DeepSea Challenger” sarà dotata di potenti fari e numerose telecamere. Ecco un altro fantastico video esplicativo della missione di Cameron:

Immagine anteprima YouTube

James Cameron non solo compirà una missione veramente rara, dato che risale a più cinquant’anni fa il tentativo di immergersi e toccare il fondo della Fossa delle Marianne, ma incontrerà sicuramente alcuni dei pesci meno filmati e più rari al mondo. Sarà un puro caso, ma che lo sappiate o no, è risaputo che le profondità marine nascondono pesci dall’aspetto spesso mostruoso, come l’incredibile Vipera di Mare (sotto), che sembra uscita da un film horror.

Certo, mi auguro che James Cameron possa filmare qualcosa di più affascinante che questo pesce!

Conclusioni

Sicuramente la missione avverrà il prima possibile, quando il tempo lo permette. E sicuramente entro pochi mesi arriverà anche su National Geographic Italia i filmati della missione in italiano. Per tenersi aggiornati potete tenere d’occhio le Daily News di National Geographic, dove troverete sicuramente in questi giorni molte notizie riguardanti la missione.

Aggiornamento: missione riuscita!

Immagine anteprima YouTube

Come vi avevamo detto ieri 25 marzo 2012 si sarebbe svolta la missione se il tempo lo permetteva. National Geographic non si è smentito e oggi è arrivata la notizia in tutto il mondo che James Cameron ha eseguito con successo la missione in soli 70 minuti. Per ora National Geographic non ha svelato nulla se non quanto detto nei due articoli (sotto). Nei prossimi mesi sicuramente arriverà un completo documentario con tanto di video, immagini e spiegazioni riguardo l’andamento della missione.

Si tratta certamente di un grandissimo traguardo per National Geographic e per James Cameron. E non dimentichiamo che National Geographic ha battuto sul tempo il miliardario Richard Branson con la sua Virgin Oceanic

, 892 articoli pubblicati

Fin da quando ho 7 anni sviluppo siti web, amo l'informatica, la fotografia, la scienza e l'economia. Credo che il segreto del successo stia nel fare cose che altri non fanno. Nel 2008 ho fondato Skimbu, a cui ho voluto fin da subito dare una precisa immagine attraverso una grafica semplice, bella e unica e attraverso articoli di qualità e anch'essi unici. Poi son cresciuto, ora mi trovate su tasc.it, per maggiori info visitate il mio sito personale.

Visita il sito web di questo autore

Condividi l'articolo!

Seguici per leggere

Prima di vedere il contenuto che stai cercando seguici su Facebook per scoprire sempre grandi articoli riguardanti la tecnologia, la scienza, l'innovazione, la moda e le tendenze. Abbiamo una filosofia unica e giovane, e ci serve il tuo sostegno.

Se non hai Facebook seguici su Twitter!

Non ho Facebook ne Twitter o vi seguo già