X
Skimbu è stato abbandonato, ma è stato sostituito da Tasc.it!

Chiusura “temporanea” di Skimbu: qualcosa sta cambiando…

Pubblicato da il giorno 27 marzo 2012

closeQuesto articolo è stato pubblicato 2 anni 5 mesi 8 giorni tempo fa e potrebbe contenere informazioni non più valide.

Fino ad ora oltre 1 milione, 498mila e 547 persone hanno visto Skimbu (statistica dal 24 agosto 2009, data di apertura).

Sono emozionato da questa statistica. Ci sono siti che raggiungono questo numero in un giorno. Forse perché la gente che ci scrive sopravvive grazie proprio a quel milione di persone che ogni giorno cliccano sul loro sito. Skimbu non è mai stato a scopo di lucro, i soldi guadagnati nella poca pubblicità sono spesso serviti per finanziare i costi, investirli in pubblicità o permettere agli editori di acquistarsi una maglietta. Nella storia di Skimbu abbiamo visto tanti successi sinora, abbiamo visto certi articoli superare tranquillamente articoli di blog ben più famosi nelle ricerche di Google e abbiamo visto il nostro pagerank raggiungere l’altissimo livello di 5. Tutto questo grazie ad una filosofia diversa sostenuta dalla passione, che propone articoli diversi da altri blog, chi legge Skimbu sa di cosa parlo.

Insomma Skimbu ci ha procurato tantissime soddisfazioni e il successo è stato buono. La crescita ora però si è fermata. Fino a Gennaio siamo cresciuti in modo esponenziale, raggiungendo una media di 6000 visite al giorno. Poi è arrivato febbraio… E marzo… Due mesi in cui si è creato un malessere nelle visite e nell’organizzazione interna di Skimbu che ci ha portati a toccare a malapena le 4000 visite di media, comunque una buona statistica, ma questo calo ci ha decisamente demoralizzati. Le cause sono molteplici:

  • Meno tempo per gli autori/editori.
  • Mancanza di una organizzazione che ha presentato dei difetti quando il numero degli autori è aumentato.
  • Mancanza di un’organizzazione in grado di mantenere un livello di visite che ha raggiunto un numero inatteso
  • Un generale calo delle visite dovuto a vari fattori indipendenti da quelli sopra indicati
  • La mancanza di un piccolo finanziamento, che è venuto a mancare dopo il nostro distacco dal network pubblicitario Yoggrt

Questi problemi hanno inciso notevolmente sulla qualità degli articoli, quindi sul calo delle visite.

Cambiamento

Skimbu in una lingua straniera significa “cambiamento”. Quando ho fondato Skimbu ero estraneo a questo significato. Evidentemente aveva un senso, ora ha un senso anche in italiano. Il team di Skimbu, così come l’organizzazione di Skimbu, il design di Skimbu e la stessa filosofia di Skimbu hanno bisogno di un cambiamento. Dato che la situazione stava diventando insostenibile, abbiamo deciso di sospendere ogni attività su Skimbu. La sospensione è fondamentale per permetterci di avere tempo per:

  • Recuperare motivazioni attualmente perse
  • Pensare ad un nuovo Skimbu, un nuovo progetto
  • Rivedere l’organizzazione e la gestione dei ruoli del progetto
  • Sviluppare il nuovo progetto e aprirlo :)
  • Decidere se sia il caso o meno di riaprire
Quanto tempo potrebbe durare questa sospensione? Non lo sappiamo. Il mio obiettivo personale è che tutto si risolva in un mese, ma c’è parecchio da lavorare.

Se vuoi contribuire…

Come avrai intuito vogliamo costruire qualcosa di nuovo, abbiamo già qualche idea ma chiaramente non vogliamo rovinare ogni sorpresa e nemmeno illudervi con chissà che cosa. Se però sei interessato a collaborare con questo “nuovo progetto”, in qualità di consigliere, di sviluppatore, di autore, di editore, di amministratore, di esperto social media. Allora scrivici da questo form comunicandoci:

  • Le tue capacità/qualità
  • Il tuo nickname Skype

Il mio pensiero personale

Quante volte ho visto aziende, blog, negozi giustificare una chiusura definitiva con una “sospensione temporanea“. Io spero che a Skimbu non accada ciò. Sono convinto che un nuovo progetto potrebbe permetterci di imparare molto di più di quanto imparato grazie a Skimbu dal 24 agosto 2009. Tutto dipenderà dalle persone che lo costruiranno, dal modo in cui si farà e anche dall’entusiasmo di esse, che sarà anche determinato dal supporto dei lettori (a partire dallo spazio commenti di questo articolo).

Ho sempre detto che il fattore determinante della vita di Skimbu sarebbero stati autori ed editori, e ora che ne avevamo tanti, siamo andati in crisi. Il mio obiettivo è creare un nuovo progetto che possa aspirare a diventare veramente molto grande, gestito da più persone in modo che non richieda un dispendio di tempo enorme come è stato raggiunto nelle ultime settimane. È una sfida.

Dunque un saluto a tutti voi, vi comunico che entro poche settimane vi terremo aggiornati sulla situazione, qualora ne siate interessati ;)

, 897 articoli pubblicati

Fin da quando ho 7 anni sviluppo siti web, amo l'informatica, la fotografia, la scienza e l'economia. Credo che il segreto del successo stia nel fare cose che altri non fanno. Nel 2008 ho fondato Skimbu, a cui ho voluto fin da subito dare una precisa immagine attraverso una grafica semplice, bella e unica e attraverso articoli di qualità e anch'essi unici. Poi son cresciuto, ora mi trovate su tasc.it, per maggiori info visitate il mio sito personale.

Visita il sito web di questo autore

Condividi l'articolo!

  • Halfblood17

    Adoro skimbu e vi seguo costantemente. Spero riapriate presto e possiate illuminarci nuovamente con i vostri articoli tanto particolari quanto interessanti :)

  • http://www.tecnologiafacile.it/ Andrea Campana

    Vi aspetto ragazzi. Sostengo tranquillamente il fatto che probabilmente voi siate il miglior blog che io conosca. Spero vivamente che la chiusura sia a breve termine, e di vedere le vostre immense abilitá nel blogging, riprese.
    In bocca al lupo e presto ragazzi.
    Saluti,
    Andrea.

  • alberto

    che chiudiate o non chiudate, fino ad adesso siete stati a parer mio i migliori e vi voglio ringraziare per tutto quello che ho imparato grazie a voi.

  • http://twitter.com/AleHeavenStaff AleHeavenStaff

    Peccato veramente, stavate facendo un buon  lavoro, aspettiamo la riapertura….

  • http://twitter.com/centaurx Mario

    già era una giornata triste, poi leggere questo… ti butta proprio giù

  • http://www.mondoinformazione.com/ Matteo

    Non è il caso di buttarsi giù, questo calo è dovuto esclusivamente ad un cambiamento di Algoritmi di Google, lo sto vivendo anche io e non è il massimo andare avanti vedendo calare le visite.
    Ma nella vita bisogna combattere e non rassegnarsi mai.

    Se hai bisogno di qualche consiglio, sarei ben contento di dartelo.

    Questi sono i due miei portali, magari li conosci già:

    http://www.mondoinformazione.com/http://www.mondoitech.com/

    ee.. ripensaci! :)

    Buona fortuna per tutto!

  • http://profiles.google.com/dambrosio.francesco Francesco D’Ambrosio

    Onestamente credo che un calo di visite del genere sia fisiologico e che vi stiate buttando troppo giù. Non perdete la fiducia in voi stessi e non demoralizzatevi così in fretta. Skimbu è un buon blog, i miglioramenti sono sempre ben accetti, ma non è che si può avere sempre il massimo. RIorganizzatevi ok, ma non credo ci sia così da disperarci da chiudere.
    Un augurio da un vostro lettore.

  • http://www.imaniacs.it Daniele Segoloni

    Siete semplicemente il mio blog preferito, quindi spero vivamente che torniate presto! ;)

  • 3libra

    Il CEO ha parlato. XD
    Sarebbe errato tuttavia, dare la “colpa” ai nuovi autori, che hanno fatto un ottimissimo lavoro e continueranno a farlo.
    Inoltre, mi piace essere portavoce di me stessa e non mi rispecchio nelle parole che hai detto, in quanto nessuno di noi si è minimamente preoccupato delle visite, ma di scrivere per passione, cosa che traspare vista la gente che continua a commentare :)  

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Le visite sono, assieme ai commenti, l’unico strumento di misura della qualità di ciò che fai. Per questo sono molto importanti. Io non scriverei nemmeno per passione se non potessi divulgarla ad un buon numero di persone (i lettori). Ho per caso dato la colpa ai nuovi autori? Mah

      • Antonello

        Scusate se mi intrometto…io appartengo a quei “4000 lettori” che di media visitano il sito…e spero vivamente che torniate presto. Ma…se posso esprimere la mia…non credo ci sia bisogno di interrompere. Sostanzialmente perchè 4000 lettori di media….E’ NA GRAN BELLA MEDIA…..e se chiudete, anche temporaneamente, potreste anche perderli….e quanti ne potreste recuperare col nuovo progetto!? Premetto che essendo fun del sito, mi fido del nuovo progetto e sicuramente avrà un ottimo riscontro…ma ci vorrà del tempo…..MA, SE le IDEE in porto che costituiscono il cambiamento…le sperimenta di volta in volta, del resto come tu stesso hai giustamente scritto “il pagerank conferma la qualità del prodotto”….sarebbe un feedback automatico che conferma o smentisce l’oroginalità delle novità.
        Questo è il mio parere insomma…..credo che i cambiamenti siano ottimi per rilanciarsi sul mercato…e gli stimoli nuovi sono ottime motivazione che valorizzano la passione…….ma bloccare tutto a tempo indeterminato…non credo sia strategico. E poi….se parliamo di 4000 lettori di media…..non posso certo trovarmi d’accordo con la frase “Io non scriverei nemmeno per passione se non potessi divulgarla ad un buon numero di persone (i lettori)”.
        Ad ogni modo…IN BOCCA A LUPO e tornare presto!!!

  • http://www.skimbu.it/ Angelo Delicato

    Sono triste!

  • Stefano Campagna

    In qualità di Autore voglio ringraziare chiunque in questo momento ci stia dando sostegno e coloro che si sono soffermati a scrivere un commento. Non pensiate che sia facile per Noi ma credo che una riorganizzazione sia necessaria per molti motivi (quelli ivi elencati di sopra sono solo alcuni) per continuare a garantirvi notizie di qualità, scritte col cuore e la passione.
    Grazie ragazzi, cari lettori!

  • Nico

    visto che sono uno dei famosi 4000 questa notizia mi sconvolge. Inoltre non posso negare che sia piuttosto inaspettata visto che negli ultimi mesi ho visto le pubblicazioni di un numero sempre mggiore di autori, e quindi avevo erroneamente (sigh) dedotto che tutto stesse andando a gonfie vele. Ad ogni modo mi fido di Alberto e di tutti gli altri autori e non posso far altro che accettare questa “sospensione TEMPORANEA”. Spero che duri poco, qundi vi dico: A PRESTO

  • niguli

    Ragazzi spero che risolviate. Non nascondo che la cosa mi ha soppresso molto. Purtroppo Alberto non sono d’accordo quando dici “Le visite sono, assieme ai commenti, l’unico strumento di misura della qualità di ciò che pubblichi.” c’è molto altro. E te lo dice uno che lavora su/con Google Analytics tutti i giorni :) mi sembra che trasparga un pò di disorganizzazione o “conflitti” interni piuttosto… Cose che si risolvono di solito. Se poi i motivi sono altri (es. di natura economica, linea editoriale) questo lo sapete meglio voi. Io ho apprezzato tantissimo tutto quello che avete fatto finora. In bocca al lupo !

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      “c’è molto altro”. Cosa intendi? Se intendi cosa c’è dietro le visite è naturale che io pensa la stessa cosa, ovvero dietro le visite c’è molto altro, ovvio. Ma statisticamente le visite e i commenti sono i segnali principali che dicono quanto vale un sito, poi è ovvio che c’è il tempo medio sul sito, i commenti e i likes su facebook e tantissimo altro… Grazie comunque del sostegno!

      • niguli

        Si concordo e poi c’è la fidelizzazione degli utenti, e come dici tu n° commenti, i likes, gli share e tutto il resto. Mi chiedo: quale è l’obiettivo di questo bellissimo blog (in privato se vuoi, non pubblicamente…)? Visite ? Pura divulgazione ? scalare il PR (non credo)?  Conversioni (quali) ? Adsense non ne vedo… Inserzioni ? Banner? La filosofia è questa http://www.skimbu.it/info/, ok. Ma di cosa vive? Che obiettivo ha, soprattutto?

      • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

        Skimbu è tante cose. Originariamente era pura divulgazione. Un sito che potesse raccogliere un pubblico ampio che potesse apprezzare e trovare utili le informazioni e gli articoli pubblicati dagli autori. Autori che amano divulgare, che vogliono divulgare, una sorta di sito di sfogo per tutti coloro che, come me, si soddisfano a rendersi utili per i lettori.  Poi è ovvio, le visite e la popolarità è una soddisfazione in più che si mira a raggiungere.

        Poi, visto il successo ottenuto, è chiaro che punti anche a guadagnare qualcosina (specialmente il sottoscritto che ha speso dei soldi, e parecchi, per vedere l’opera no-profit realizzata), non è mai stato il nostro obiettivo primario, ma se perdi anche le visite allora è chiaro che passa la voglia di continuare, senza dimenticare i problemi organizzativi che si sono verificati nel frattempo.

        L’obiettivo nel futuro è certamente guadagnare sempre più visite aumentando sempre di più la qualità degli articoli. Ed avere un bannerino che ripaga i piccoli sforzi (in quanto alla fine non ruba tantissimo un tempo un blog se gestito serenamente e bene) aiuta di certo a continuare… 

  • Marco

    mi dispiace parecchio! :(

  • Gugioh

    O brodiiiiii!!! Così si dice dalle mì parti, guardate un po’ di ridimensionarvi il cervello e di continuà a scrive… c’è pogo da sta a piange, i vostri articoli sono da definire di pubblica utilità, datevi da fa, altro che chiude, vengo lì vi do un par di stiaffi a testa, specie a te Ziveri che fai un mucchio di discorsi a mattarello…

    Che poi alla fine mia male la tu’ roba oh ciccio…

    Dai su, si vede che sei stanco… meno storie la sera e relax, 10 minuti fori all’aria aperta e poi deh, poi nulla, ti metti lì e scrivi.

    Forza dai, che html5 sia con te!

    • xN3wy

      Ti appoggio in pieno gugioh “vi do un par de sciafe a testa….”
      Continuate a scrivere e se gli articoli son belli la gente viene.. lo ammetto mesi fa’ gli articoli mi attiravano di +.. good bye and get going.. 

  • http://www.darkvivi.it DaRk_ViVi

    Su ragazzi, siete il miglior blog di informazione “mista” e vi ho sempre consigliato ad amici e parenti, non chiudetemi ora! :)

  • http://www.supernerd.it/ RobSpera

    Non sarà mica dovuto al cambio di algoritmi di Google? Ultimamente un po’ tutti stanno scemando…. dico la verità, ho commentato poche volte ma vi leggo spesso… mi spiace… spero possiate risolvere perché voglio rivedervi presto online… Skimbu è un blog interessante e originale, che mi ha colpito proprio per la sua filosofia… in gamba ragazzi e in bocca al lupo!

  • http://www.skimbu.it/author/nikoh/ Nikoh

    Ciao Alberto.
    Mi dispiace, davvero. Ho avuto modo di scrivere un paio di articoli per voi ed in quel breve periodo avevo notato delle falle, ad esempio l’assenza quasi totale di gerarchia, cosa piùttosto normale quando si porta avanti un progetto non molto remunerativo…..del tipo non solo scrivo e non becco un soldo e c’hai pure da ridire?!?!? E che però alla lunga porta allo sfaldamento del Team.
    Se posso, e se non posso cancella pure questo post, non mi offendo, io farei questo:
    Cercherei di trovare i fondi necessari affinchè qualcuno (e credo dovresti essere tu) possa organizzare le pubblicazioni. In sostanza chi scrive su skimbu lo deve fare per ora solo per passione (perchè fondi attualmente non ce ne sono, e ti assicuro che io sarei felice di farlo, come tanti altri e come credo e spero gli attuali autori), ma una cosa diversa è poi dirgli che deve occuparsi della grafica, della formattazione, di mettersi d’accordo con gli altri per la pubblicazione e di tante problematiche fastidiose.
    Chi scrive scrive, quello sa fare e quello vuole fare; tutti gli articoli vengono inviati a te o altri che deciderà quali saranno pubblicati e quando, inviando quelli “buoni” a qualcuno che si occuperà del look (aggiunte grafiche, formattazione et similia).
    Il costo per la persona che si occuperà del look sarà fisso ad articolo, ad esempio 5 euro ad articolo e l’autore dell’articolo ovviamente dovrà fornire degli spunti e delle brevi descrizioni delle immagini che vorrebbe nel suo articolo.
    Così si avrebbe rispetto della gerarchia xchè tu decidi quando e se pubblicare, visto che per ora mi pare di capire che Skimbu lo finanzi tu; Gli autori non verrebbero infastiditi da cose che non gli competono a tutto vantaggio della maggiore attenzione che metterebbero nella stesura dei testi e del numero degli articoli che ti invierebbero. Per concludere il “grafico” potrebbe tranquillamente essere un ragazzino che non capisce nulla di blog, comunicazione, grammatica ma che sappia usare un pò photoshop e voglia guadagnarsi 2 soldini per poter ricaricare il cellulare ;-)
    Secondo me così potrebbe funzionare, ad ogni modo, nel mentre decidi ti sconsiglio di sospendere tutto, per tanti motivi che non sto qui a dire.
    Ciao, in bocca al lupo qualsiasi cosa deciderai di fare.

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Mmh interessante, hai evidenziato un aspetto interessante, ovvero quello che un autore si deve occupare anche di altro oltre che della pubblicazione e della scrittura. In parte hai ragione, ma se fino ad ora avessimo seguito il tuo consiglio probabilmente Skimbu non avrebbe avuto tutto questo successo. L’ordine, l’estetica, la pulizia degli articoli sono stati fattori fondamentali per la qualità degli articoli, io l’ho sempre detto: un lettore giudica prima come è organizzato un contenuto, prima di giudicare il contenuto, che rimane lo stesso la cosa più importante. Quindi un autore deve essere anche in grado di organizzare per bene il contenuto, perché è un elemento che fa parte della filosofia di Skimbu.

      Riguardo il ruolo di cui hai parlato te, credo sarebbe disastroso. Si genererebbero ritardi inutili perché colui che si occupa della grafica dovrebbe essere per ogni articolo pronto ad organizzarlo (aggiungendo immagini ecc.) e non avrà mai le idee chiare di cosa mettere. 

      Riguardo la gerarchia ti dò ragione e ti dico che sarà un punto della nuova organizzazione.

  • iPhone_di_Filippo

    Questa notizia mi ha colpito come un fulmine a ciel sereno, non me lo sarei mai aspettato! Ormai vi seguo da due anni, io sono cresciuto e cambiato, insieme a questo blog. Io sono uno di quei 4000 che ogni giorno visita skimbu, voi non mi conoscete ma io sento di conoscervi: conosco gli autori, il loro stile, cosa pensano, e perfino il loro carattere e la loro voce da quando c’è il podcast! Ormai è un’abitudine la mattina insieme al caffèlatte aggiornare i feed di skimbu! Penso che voi siate il miglior blog che io conosca proprio per i principi che avete (che sono quelli che mi hanno legato a questo blog): Puntare tutto sulla qualità, essere diversi dalla massa di blog che riportano notizie tutte uguali, scopiazzate e piene di errori!
    Non dovete buttarvi troppo giù per un calo di visite: anche per tutte le grandi aziende è così, anche se siete un ottimo blog non potete sempre crescere, questo non vuol dire che la qualità del blog sia diminuita, basta semplicemente non darsi previnti che quei 2000 visitatori torneranno (ovviamente non proprio quelli li, magari altri :D )! Se invece il problema è di tipo amministrativo interno prendetevi pure questa pausa, riorganizzate le idee, ma tornate più forti di prima!!!  Qualsiasi cosa io possa fare per aiutarvi la farò! Ci sono tanti utenti come me legati a questo blog che vi sono vicini! Compilo subito il modulo con il mio nome utente di skipe, quello che posso fare lo farò!

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Grazie per il sostegno, quello che dici tu è il mio obiettivo personale. Come avrai capito i problemi sono interni. 

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=100000210367945 Rudy Vicario

    Se devo essere sincero, me l’aspettavo. Fino a qualche mese fa facevate tanti articoli e tutti di ottima qualità, e anche interessanti. Invece ultimamente andava bene se ce n’era 1 al giorno, e alcune volte di qualità inferiore (anche di argomenti personalmente non molto interessanti.

    Vedremo se e come proseguirete ;)

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Abbiamo tentato di salvare la nave nonostante le falle, ma ci siamo dovuti fermare per ripararla :) e non sappiamo se le falle siano talmente grosse da farla affondare.
      Credo che questa frase ti possa riassumere la situazione di Skimbu, ora :)   

  • http://gamingeoc.forumfree.it/ Filippo Pili

    Vi seguo da tempo e non posso che concordare con le tue parole Alberto. Prima Skimbu forniva qualcosa di veramente interessante invece ora sembra che la qualità degli articoli si sia abbassata al livello “lo scrivo solo perché senno non c’è nulla da leggere su Skimbu”. Era classico anche che prima o poi, da quanto ho capito, alcuni articolisti si siano lamentati di dover affrontare un lavoro troppo impegnativo per definirlo passione, pagare gli articolisti ad una quota accettabile come 2 euro ad articolo sarebbe anche una soluzione, il difficile è saperli fare i 2 euro. Mi dispiace perché da oggi quando cliccherò l’icona di skimbu sul mio desktop e accederò sul sito vedrò questo comunicato ancora per tanto tempo, chissà, forse per sempre. Hai grandi potenzialità Alberto, sfruttale e sfrutta la tua infrastruttura server magari per qualcosa che potrebbe garantirti un guadagno più ampio, tale da poter pagare anche collaboratori per il lavoro fatto, i blog, a meno che non siano molto famosi e con un numero di visite giornaliere molto elevato (20-25 mila visite al giorno) non permettono di avere grossi guadagni. So che il tuo problema non sono i soldi, il problema è sicuramente vedere questo sistema perfetto crollare. Mi dispiace per te Alberto, so che avresti voluto continuare alla grande questo progetto con la stessa qualità che hai mantenuto per molti mesi. Un saluto, Filippo

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Il problema non sono i guadagni (o forse lo sono, e non lo nascondo, quante volte l’uomo ha nascosto dei i reali problemi con problemi secondari?). Il problema è una organizzazione che ha presentato dei difetti da Gennaio, e le colpe di questa disorganizzazione sono state date a me, da tutti gli autori ed editori.
      Perché semplicemente ho avuto meno tempo per gestire Skimbu da Dicembre, mese fino a cui le cose andavano a meraviglia. E in teoria avevo chiuso Skimbu per avere finalmente il tempo di mettere a posto le cose, di migliorare l’organizzazione e di far sì che meno cose dipendessero da me.
      E quindi il team si è sgretolato: coloro che vogliono incominciare un nuovo progetto democratico pensando che prima non lo fosse, ed io che devo decidere se ripartire da solo o tentare almeno di vedere se le cose si risolvono facendo parte di questo “nuovo progetto” che non avrà nulla di nuovo in sostanza, solo una organizzazione interna più precisa che dovrebbe garantire più serenità e stabilità.

      Questa è la verità (non c’è nulla di male a dirla pubblicamente) che si è scoperta in questi giorni e di cui ne stiamo discutendo, comunque parliamo sempre di un sito web no-profit e secondo me certa gente sta prendendo la cosa con troppa serietà.  Io conosco la filosofia di Skimbu e i lettori devono stare tranquilli perché in un modo o nell’altro continueremo a proporre i nostri articoli.

  • Gobettigiovanni

    ascoltavo solo il podcast,e mi chiedevo in effetti come si potesse mantenere tutto questo solo così…per passione…e la risposta me la stai dando adesso….mi dispiace.Credo che la lettura de “il gioco di Ender”
    possa aiutare a chiarire alcune alcune idee.

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Abbiamo mantenuto tutto questo per passione dal 24 agosto 2009 al 27 marzo 2012. Il motivo per cui abbiamo chiuso temporaneamente è un altro :(

  • http://twitter.com/beosuarez Alessandro

    Anche per me è una brutta notizia, questo blog mi piace davvero tan o.
    Non voglio discutere dei vostri problemi interni ma credo anche che un po’ sia “colpa” dei lettori, io compreso, che non ricompensano il lavoro svolto con una reale partecipazione.
    Gli articoli sono stati e tutt’ora sono di altissima qualità ed interesse, ogni autore ha portato ad un reale miglioramento a questo blog , almeno dal mio punto di vista.
    Comunque sia spero che le cose si risolvano al meglio ;D

Seguici per leggere

Prima di vedere il contenuto che stai cercando seguici su Facebook per scoprire sempre grandi articoli riguardanti la tecnologia, la scienza, l'innovazione, la moda e le tendenze. Abbiamo una filosofia unica e giovane, e ci serve il tuo sostegno.

Se non hai Facebook seguici su Twitter!

Non ho Facebook ne Twitter o vi seguo già