X
Skimbu è stato abbandonato, ma è stato sostituito da Tasc.it!

Brutte notizie: Skimbu chiuderà

Pubblicato da il giorno 31 marzo 2012

closeQuesto articolo è stato pubblicato 2 anni 5 mesi 2 giorni tempo fa e potrebbe contenere informazioni non più valide.

Il 27 Marzo 2012 Skimbu ha chiuso temporaneamente. Motivo principale: c’era da rimettere a posto un’organizzazione che fino a Novembre 2011 era perfetta e garantiva una situazione di serenità e divertimento. Da Gennaio 2012 però le cose sono cambiate per vari motivi (forse farò un articolo più approfondito nei prossimi giorni) e l’organizzazione ha iniziato a presentare dei difetti, difetti che, come io stesso ammetto, avrei dovuto risolvere subito a gennaio chiudendo temporaneamente Skimbu. Però la mia mancanza di tempo e altri fattori mi hanno fatto prendere la scelta di chiudere il 27 marzo.

Quindi cosa è successo? Il giorno dopo, quando ero già accordato con il team per far partire un nuovo progetto, mentre stavo preparando le discussioni per discutere con tutto il team delle decisioni da prendere in modo democratico per risolvere tutti i buchi della nostra organizzazione e porre le basi per il nuovo progetto, tutti gli autori ed editori, attraverso una portavoce, hanno voluto dare le “dimissioni”. I motivi? Eccoli (i principali):

Le motivazioni sono tantissime e niente che tu non sappia già, perché ti abbiamo fatto presenti tutti i problemi per mesi e mesi, senza che tu prendessi in seria considerazione le nostre critiche, liquidate ogni volta come “discussioni inutili” o “polemiche senza fondamento”. Per noi è diventato difficile lavorare in questo clima, carico di tensioni, e soprattutto in un progetto che non poteva più essere rinnovato se non dopo aver distrutto quasi tutto.

Motivazioni vere, purtroppo però anche io mi trovavo, come tutti, in questo clima. Sicuramente io ne sono il responsabile. Il problema poteva essere risolto e non credo di essere veramente la causa di tutto, ho sempre ripetuto che tutto questo ha avuto origine secondo me da un’organizzazione che andava rifatta, che io, assieme al team, avrei rifatto ora. I difetti dell’organizzazione erano:

  • Io mi occupavo effettivamente di troppe cose su Skimbu, dirigevo troppo in sostanza. Per questo venivo visto come “il capo”, ruolo che in realtà non avevo perché non era scritto da nessuna parte. E c’era un’organizzazione che non era in grado di far collaborare il team anche nei campi amministrativi. Nel nuovo progetto ovviamente non sarò l’unico amministratore, non farò tutto quello che facevo su Skimbu, e questi problemi non ci saranno perché creerò un’organizzazione in grado di non generarli.
  • Venendo a mancare il tempo e anche un po’ le motivazioni non c’è stata un’organizzazione in grado di sostituirmi, di far sì che io potessi essere più tranquillo. Ecco perché ho creato un clima di tensioni, ecco perché ho dovuto per forza liquidare certe discussioni (avrei anche potuto non rispondere proprio).
  • Non c’era un organizzazione da grande blog, per questo andava bene sino a novembre 2011. Andavano dunque definiti innanzitutto meglio i ruoli, chi doveva collaborare e con chi ecc.
Ripeto ancora una volta, nonostante un passato brillante, la decisione migliore del team per risolvere i problemi non è stata tentare di risolverli (facendo proposte concrete, come presentare un foglio con tutti i cambiamenti da attuare secondo loro), ma semplicemente farmi fuori. Come mi hanno detto, ovviamente è stata una scelta ponderata nel tempo e il team mi avrebbe accolto se mi fossi dimostrato subito disponibile ad accettare le loro condizioni (e secondo loro non mi sono subito mostrato disponibile). Io ho subito detto come stavano le cose, ovvero nel nuovo progetto io non avrei voluto una posizione marginale, ma non avrei voluto assolutamente fare le cose che facevo prima e comportarmi come ho fatto negli ultimi mesi. Insomma pretendevo di essere un normale amministratore del nuovo progetto (insieme ovviamente ad altre persone) che avesse un diritto di voto come ognuno nel team. Nonostante tutto, alla fine il team ha comunque deciso che io non sono più necessario per il nuovo progetto.

Le mie colpe dunque sono state:

  • Negli ultimi mesi per mancanza di tempo non ho potuto rafforzare e creare rapporti con il team, cosa comunque affidata ad Erika in una riunione dei primi mesi del 2012. E non è mai stato chiarito il fatto che io non mi occupassi più degli autori ma solo di amministrare il sito e scrivere articoli.
  • Nonostante mi fossi accorto già a gennaio dei problemi avrei dovuto fermarmi subito e risolverli. Un ritardo che ha fatto crollare Skimbu e eventuali nuovi progetti con il team di Skimbu.
  • Non ho creato un rapporto con i nuovi autori, che hanno seguito fermamente le idee della maggioranza, senza conoscere il passato di Skimbu.

Così, dopo un piccolo investimento in un server, oltre un milione di persone che hanno visto il sito, oltre 2000 articoli pubblicati da circa 50 autori e oltre 3 milioni di visualizzazioni, secondo il team non sarò più in grado di amministrare (con i giusti collaboratori) un nuovo progetto, e non potrò nemmeno farne parte.

Saluti

Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato a Skimbu e che hanno permesso i successi del sito, sarebbero tantissime le persone da ringraziare, ma principalmente ringrazio Francesco, Erika, Pasquale, Stefano, Angelo. E ovviamente tutti gli autori che hanno contribuito fortemente a pubblicare articoli e a sfogare la loro passione sul sito. Spero che anche loro abbiano imparato molto e si siano divertiti sino alla fine del 2011, in quanto nel 2012 pure per me Skimbu era diventato più un peso che un divertimento. E mi auguro che presto potremo collaborare a nuovi progetti.

Mi auguro che il loro progetto faccia molto successo e avrà idee innovative, sicuramente sono persone che hanno sterminate qualità e competenze, e quindi sarò ben contento di pubblicizzare il loro progetto quando sarà online.

Novità in arrivo

Oggi stesso darò le prime news riguardo il futuro di Skimbu. Skimbu chiuderà, ma ho già delle idee in mente…

, 900 articoli pubblicati

Fin da quando ho 7 anni sviluppo siti web, amo l'informatica, la fotografia, la scienza e l'economia. Credo che il segreto del successo stia nel fare cose che altri non fanno. Nel 2008 ho fondato Skimbu, a cui ho voluto fin da subito dare una precisa immagine attraverso una grafica semplice, bella e unica e attraverso articoli di qualità e anch'essi unici. Poi son cresciuto, ora mi trovate su tasc.it, per maggiori info visitate il mio sito personale.

Visita il sito web di questo autore

Condividi l'articolo!

  • http://www.skimbu.it/ Angelo Delicato

    Appena hai un po’ di tempo vorrei parlare un po’ con te su Skype :-) Non ti demoralizzare

  • Albysfigato

    Sei uno sfigato. Prenditi le tue respondabilità (anche se sbaglio a scrivere una parola conosco l’italiano meglio di te).

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Ok, se questo lo pensi tu….Credo di essermi preso le mie responsabilità.

      • Albysfigato

         A me sembra tu abbia scaricato la “colpa” su tutti tranne che te stesso.-.-”

      • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

        Hai ragione, lo sto modificando affinché possa essere il più chiaro possibile. Non è facile riassumere una situazione molto complicata e tantissime discussioni in poche righe. Io sono stato il colpevole e potevo evitare tutto, ma il team ha sbagliato a prendere questa decisione.

      • Albysfigato

         Non sono Erika. Continui comunque tanto a incolparti quanto a giustificarti come capo che non è riuscito ad interpretare i bisogni e le richieste dei suoi “dipendenti”. Il problema è che sei così arrogante da non accorgerti che erano proprio i tuoi “dipendenti” a mandar avanti “baracca e burattini”. Servivi solo ad amministrare il server. Quindi sostituibilissimo!

      • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

        Stai comunque usando il suo computer. Comunque si vede che non hai letto. Non ho detto che non ero sostituibile. La baracca era mandata avanti da ciascuno di noi, me incluso e non ho nemmeno detto che ero io a mandarla avanti. Sono sembrato arrogante, ma non lo sono in realtà, per la fretta parlando testualmente è naturale apparire arroganti, bisogna solo sapere come comportarsi sul web.

      • Albysfigato

        Non è questione di correggere un articolo. Il punto è che hai una mentalità sbagliata nell’approcciarti a queste cose. Ti poni come capo senza averne le qualità.

      • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

        È vero che mi sono posto come capo. Ma non ho mai detto che sono il capo, e non volevo pormi come capo. E questo è stato il mio errore, ma il team non ha capito o non ha accettato il fatto che io dicessi che c’erano dei motivi per cui mi ponevo, seppur involontariamente, come capo. Cosa che in realtà tempo fa non accadeva, e i motivi li ho già detti e stradetti. Quindi non solo mancanza di tempo, ma anche un organizzazione che non permetteva discussioni civili. E chiaramente il problema non erano solo le discussioni civili, che ogni tanto raramente si verificavano… 

        Vabe ma basta, ora ho un altro progetto su cui conto molto e in cui dimostrerò che si sbagliavano…

      • Albysfigato

         C’è poca coerenza nel tuo discorso. Il fatto è che ti comportavi come tale non avendone i requisiti, lo ripeto. Un requisito fondamentale tra i tanti è anche l’eta e l’esperienza e già qui facciamo acqua. Le discussioni civili mancavano (forse) per l’arroganza tua. Il 90% del fallimento è colpa tua.
        Il primo passo è ammetterlo.

      • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

        Poca coerenza? Credo di essere stato coerente al massimo. E tu continui a non capire, ho ammesso le mie colpe, IO SONO sembrato arrogante, te lo devo ripetere? Ma questa arroganza è stata dettata da altri motivi.. come te lo devo dire? Se io avessi avuto più tempo e ci fosse stata un’organizzazione che dipendesse meno da me, NON sarei stato così arrogante. Ah, se il fallimento è colpa mia Skimbu non sarebbe durato due anni crescendo ogni mese, non credi?
        Non rispondo più, tanto il vecchio team ha preso la sua decisione, io la mia e dimostrerò molto presto che si sbagliavano ;) , già lo sto dimostrando ora: mi ci sono voluti tre giorni di lavoro per scrivere il nuovo progetto che poi sarebbe stato anche il modo di risolvere tutti i problemi. L’ho dovuto fare io perché il vecchio team non ha mai proposto nulla di concreto (quelle poche volte che l’ha fatto ho subito accettato, come la gestione degli autori che appena me l’aveva chiesta Erika gliel’ho data subito ;) ).

      • Albysfigato

        Non sei sembrato arrogante. Lo sei! E non puoi nemmeno permetterti di farlo. hai tutto il tempo del mondo, invece di scivere articoli scadenti o inutili avresti potuto davvero cercare di comportarti da capo e cercare di sviluppare un organigramma che poteva permettere una crescita vera. Mi dicono che di soluzioni ne sono state proposte tante, il problema era il tuo ego, inoltre mi è stato detto che per quanto riguarda l’organizzazione degli auori non è andata proprio come descrivi.

      • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

        L’avrei sviluppato un organigramma.. Dopo la chiusura di Skimbu, ma la decisione l’hanno presa prima che io potessi iniziare.
        Altra cosa, se conosci il web avrai imparato che non puoi giudicare le persone attraverso solo rapporti testuali, quindi non sai se sono arrogante o meno, mi può capitare a volte, lo ripeto, ma non è nella mia natura. Di soluzioni concrete presentate bene come “Fai questo, questo e questo” anziché “Alby devi cambiare ti comporti male” non ne ho mai viste. 

        Comunque mi dispiace ma non ti rispondo più, le decisioni loro le hanno già prese ed è inutile discutere con te che non hai nemmeno vissuto questa cosa in prima persona e stai parlando solo in base a delle referenze. Di discussioni ne ho già avute abbastanza, ora devo pensare a discussioni più importanti riguardanti il nuovo progetto.

        Ciao.

      • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

        Corretto tutto di nuovo Davide, spero di essere stato chiaro. Non c’era bisogno di passare alle offese ;)

  • http://www.imaniacs.it Daniele Segoloni

    Non commenterò le motivazioni, non sono nessuno per potermi permettere di farlo. Mi limito a dire che mi dispiace davvero tanto, amavo questo blog..in bocca al lupo a tutti per il futuro!

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Grazie del sostegno. Comunque Skimbu rimarrà in sostanza, cambierà identità, cambierà team, ma non cambierà mentalità. Il mio obiettivo è questo, spero di riuscire a realizzarlo trovando le persone giuste.

  • Echo

    Grazie per aver messo ancora una volta in bocca a noi autori parole che non abbiamo detto…puö valere come grazie? :)

    Ringrazio gli altri colleghi, con molta piü umiltä e maturitä dimostrata. Non mi va leggere per l´ennesima volta parole che raccontano l´aria fritta, che vogliono dire tutto o nulla. Buona fortuna per il tuo progetto, spero che il nuovo team sia composto da persone con le tue stesse ambizioni: visite, soldi, visibilitä. Io amo venir letta, non leggere anal.ytics per studiare cosa devo scrivere e come.

    Anna Sidoti, alias Echo

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Anna no!! Che parole vi ho messo in bocca?? Il testo l’ho preso pari pari da Basecamp. Ho messo in evidenzia sia le mie motivazioni sia le vostre. Mi sono dichiarato responsabile e ho detto secondo me le mie colpe. Cosa potevo fare di più?!
      E dall’articolo del progetto si capisce bene che visite e profitti sono un’obiettivo SUBORDINATO allo scrivere per passione (“Le visite e i profitti saranno una soddisfazione secondaria che arriverà o meno.”)
      Ti prego non fraintendermi di nuovo, e se c’è qualche cosa di sbagliato o mal interpreabile inviami una mail con le cose da correggere. È ovvio che gente con cui ho collaborato per oltre due anni non la voglio far passare per il torto…
      Vorrei che ci salutassimo serenamente…

      • 3libra

        “ la decisione migliore del team per risolvere i problemi non è stata tentare di risolverli (facendo proposte concrete), ma semplicemente farmi fuori. ”

        Sai anche tu che eravamo pronti ad accoglierti se non ti fossi posto male all’inizio e solo verso la fine (con le chiacchierate singole con ognuno di noi). Purtroppo, leggendo tutto ciò, sembra quasi che noi abbiamo trovato la soluzione nell’andarcene, quando in realtà l’andarcene è stata una decisione ponderata nel tempo, dopo aver visto che certe cose non riuscivano a trovare il punto di incontro tra noi (come ti ho detto questa mattina, per quanto riguarda me). Ovviamente per me, ci siamo salutati con la chiacchierata tranquilla, nulla contro di te e ti auguro davvero che tu possa trovare la tua soddisfazione nel progetto con persone valide ;)

        Tutto qui :)

      • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

        Inutile stare qui a continuare a discutere della vostra decisione. Dato che a me sembra più che voi non mi vogliate proprio, perché dall’inizio ho sempre ripetuto le stesse cose, sia singolarmente che quando mi rivolgevo a tutti voi.
        Comunque ok, corretto l’articolo. 

  • Gray5

    Hmm Pesce d’aprile?

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Magari!! È solo una coincidenza che tutto sia successo in questo periodo.

  • http://twitter.com/tobiagaluppo Tobia

    Era uno dei pochi siti che seguivo giornalmente tramite rss. speriamo NoName sia all altezza di skimbu
    goodbye and get going

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Come ho detto, io ho fondato Skimbu e credo di conoscerne la filosofia, sarò io e un nuovo team ad organizzare il nuovo progetto e cercherò di farlo condurre da persone che possano conoscere meglio di me la filosofia di Skimbu. Lo capiremo presto se non sarà all’altezza, e voi lettori dovrete farlo presente ;)

  • http://profiles.google.com/dambrosio.francesco Francesco D’Ambrosio

     Se posso dire la mia siete pieni di rancore e arrabbiati l’uno con l’altro, anche se vi scambiate frasi gentili e piene di auguri e vi autoincolpate però pensando di stare nel giusto. La scelta di chiudere è stata la migliore, forse è il caso che ognuno di voi si dedichi a progetti differenti. Saranno i lettori poi che sceglieranno se leggere un blog o un altro o nessuno, è un peccato che skimbu chiuda, ma internet è così vasta che se ne troverà un altro. Auguri da parte mia a tutti quanti

  • Strani

    che esauriti… fatevi ben una camomilla… per curiosità, chi scriveva gli articoli era pagato? se no, allora sto dalla loro parte… da quello che scrive il ‘founder’ si intravede un filo di arroganza (del resto uno che dice che a 7 anni faceva siti web…) quindi me lo immagino mentre fa il capetto…

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Il tuo discorso non regge. Chi faceva articoli non era pagato, considerando che anche io facevo articoli senza guadagnarci in realtà nulla, direi che tutti eravamo alla stessa altezza. Se poi partiamo dal presupposto che chi vuole scrivere su Skimbu lo fa solo per passione non bisogna nemmeno accennare ai soldi…
      Riguardo quello che ho scritto nella mia mini-biografia.. eh beh, è vero, a 7 anni mi hanno insegnato a sviluppare il primo sito web, non lo posso dire? Non me ne vanto, non lo ripeto molte volte, ma mi sembra curioso dirlo almeno nei pochi caratteri che ho nell’author box…

      Riguardo il fatto del “capetto”.. Come ho stra-ripetuto nei commenti qui ma anche in altre occasioni, forse sarò apparso così al team, ma assolutamente non è quello che voglio apparire. In realtà dietro c’erano altri motivi… e li ho detti nell’articolo.

      Ciao a presto

    • http://www.skimbu.it/ Alberto Ziveri

      Il tuo discorso non regge. Chi faceva articoli non era pagato, considerando che anche io facevo articoli senza guadagnarci in realtà nulla, direi che tutti eravamo alla stessa altezza. Se poi partiamo dal presupposto che chi vuole scrivere su Skimbu lo fa solo per passione non bisogna nemmeno accennare ai soldi…
      Riguardo quello che ho scritto nella mia mini-biografia.. eh beh, è vero, a 7 anni mi hanno insegnato a sviluppare il primo sito web, non lo posso dire? Non me ne vanto, non lo ripeto molte volte, ma mi sembra curioso dirlo almeno nei pochi caratteri che ho nell’author box…

      Riguardo il fatto del “capetto”.. Come ho stra-ripetuto nei commenti qui ma anche in altre occasioni, forse sarò apparso così al team, ma assolutamente non è quello che voglio apparire. In realtà dietro c’erano altri motivi… e li ho detti nell’articolo.

      Ciao a presto

Seguici per leggere

Prima di vedere il contenuto che stai cercando seguici su Facebook per scoprire sempre grandi articoli riguardanti la tecnologia, la scienza, l'innovazione, la moda e le tendenze. Abbiamo una filosofia unica e giovane, e ci serve il tuo sostegno.

Se non hai Facebook seguici su Twitter!

Non ho Facebook ne Twitter o vi seguo già