X
Skimbu è stato abbandonato, ma è stato sostituito da Tasc.it!

Azoto liquido: cos’è ed a cosa serve

Pubblicato da il giorno 14 ottobre 2010

closeQuesto articolo è stato pubblicato 3 anni 9 mesi 10 giorni tempo fa e potrebbe contenere informazioni non più valide.

Smokin´ Potion

Ultimamente sempre in più notizie sui giornali e sul web sento parlare di Azoto liquido, ma soprattutto ne sento parlare nei più svariati settori, da quello medico a quello metallurgico ecc. È spesso anche oggetto di video scientifici su YouTube “pazzi” come il famoso “Liquid Nitrogen Into a Swimming Pool“. In questo articolo scopriremo di cosa si tratta e dove viene usato..

Cos’è l’azoto liquido

Grazie a Wikipedia possiamo sapere in poche righe cos’è l’azoto liquido:

L’azoto è un gas molto comune in natura (compone il 79% dell’atmosfera terrestre) che ha un punto di ebollizione molto basso, a 77,35 K (-195,80 °C). Quindi se viene ridotto allo stato liquido per compressione, può in seguito essere trasportato sotto pressione, e, quando viene liberato, assorbe grandi quantità di calore per poter evaporare. In questo modo l’azoto liquido risulta un potente refrigerante. Per ottenere temperature inferiori in genere è utilizzato l’elio liquido.

Quindi l’azoto liquido è forse l’unico gas trasportabile con un elevatissima capacità refrigerativa, cioè “raffreddante”. Vediamo quindi i tanti usi…

Azoto liquido per usi alimentari

NITRO-GREEN TEA AND LIME MOUSSE (2001)

Come potrete immaginare questo gas torna molto utile per gli alimenti che necessitano una temperatura molto bassa, torna utile quindi nei surgelati ecc.

Ma la notizia più curiosa è che è possibile fare anche il gelato con l’azoto liquido, come quello che vedete qui in alto, il “gelato con l’azoto liquido” fa parte di una scienza denominata gastronomia molecolare. Con i -196 C° dell’azoto liquido è possibile creare un gelato istantaneo, che può essere creato in un minuto, inoltre la bassissima temperatura crea dei cristalli di ghiaccio molto più piccoli rispetto al gelato tradizionale, in questo modo il gelato fatto con questo gas esalterà maggiormente le materie prime del nostro gelato. Essendo un gas che respiriamo nell’aria (questa è costituita infatti dal 79% di azoto!) non è tossico e non fa alcun male al nostro organismo. Probabilmente non viene ancora usato in tutti i gelati perchè è poco reperibile ma è anche pericoloso in quanto può provocare ustioni da freddo.

Se non credete a ciò che avete appena letto, ecco un video tutto italiano in cui Davide Cassi (docente di fisica della materia a Parma) mostra come cucinarlo, mentre il sito web moebiusoline ci dà pure la ricetta!

Uso in campo medico ed altri usi

Conosco personalmente persone che sono state curate con l’azoto liquido. Ad esempio viene utilizzato per rimuovere le verruche. La chirurgia in cui viene impiegato questo gas è chiamata Crioterapia.

Nella pagina di Wikipedia in italiano ed in inglese trovate tantissimi settori dove viene usato l’azoto liquido, dall’informatica fino alle tecnologie edili.

Altre informazioni

Se volete saperne ancora, mi limito a incollare una parte di una discussione trovata nel web, che indica rischi ed altre informazioni riguardanti l’azoto liquido.

L’azoto è un gas inodore ed incolore, presente nell’atmosfera per il 78%. La molecola di azoto è formata da due atomi uniti da un triplo legame, che la rende estremamente stabile e quindi molto poco reattiva chimicamente a temperature e pressioni ordinarie (o più basse!). Alla pressione di un’atmosfera, il suo punto di ebollizione è 77 °K, ovvero 196 gradi sotto zero. Si ottiene dall’aria per distillazione frazionata e viene venduto commercialmente liquido in bombole. A causa della pressione elevatissima, la sua temperatura, mentre sta nella bombola, è quella ambiente; non appena esso viene però portato a pressione atmosferica inizia ad evaporare velocissimamente, raffreddandosi fino a temperature prossime a quella di ebollizione.
I pericoli associati all’utilizzo dell’azoto liquido sono principalmente due:
- data la bassissima temperatura che si raggiunge, può provocare ustioni da freddo anche molto gravi, con necrosi dei tessuti e danni anche estesi. In pratica l’idea è che se immergete una mano nell’azoto liquido rischiate che debbano amputarvela! In particolare, i tessuti raffreddati a tal punto perdono completamente elasticità e rischiano di spezzarsi, letteralmente, come se fossero fatti di vetro.
- l’azoto è chimicamente inerte, ma può essere pericoloso in quanto, se a bassa temperatura, è più pesante dell’aria e tende a depositarsi in basso. Ovviamente non è possibile respirare azoto, quindi, se ce n’è abbastanza da creare un deposito consistente, c’è il rischio di soffocamento.
Le precauzioni da prendere sono quindi quelle ovvie:
- usare indumenti protettivi adatti, quali guanti spessi da lavoro, un camica, occhiali di protezione
- lavorare sempre in un locale ben areato, se necessario con l’ausilio di una ventola.

, 932 articoli pubblicati

Fin da quando ho 7 anni sviluppo siti web, amo l'informatica, la fotografia, la scienza e l'economia. Credo che il segreto del successo stia nel fare cose che altri non fanno. Nel 2008 ho fondato Skimbu, a cui ho voluto fin da subito dare una precisa immagine attraverso una grafica semplice, bella e unica e attraverso articoli di qualità e anch'essi unici. Poi son cresciuto, ora mi trovate su tasc.it, per maggiori info visitate il mio sito personale.

Visita il sito web di questo autore

Condividi l'articolo!

  • beppe

    Fico!

  • http://riccardofabrizi.altervista.org Riky

    un articolo così bello poteva essere solo di alberto! Grande come sempre

    • http://www.skimbu.it Alberto Ziveri

      Grazie ;-)

Seguici per leggere

Prima di vedere il contenuto che stai cercando seguici su Facebook per scoprire sempre grandi articoli riguardanti la tecnologia, la scienza, l'innovazione, la moda e le tendenze. Abbiamo una filosofia unica e giovane, e ci serve il tuo sostegno.

Se non hai Facebook seguici su Twitter!

Non ho Facebook ne Twitter o vi seguo già