X
Skimbu è stato abbandonato, ma è stato sostituito da Tasc.it!

Il registro di Windows 7: trucchi e suggerimenti

Pubblicato da il giorno 23 marzo 2011

closeQuesto articolo è stato pubblicato 3 anni 9 mesi tempo fa e potrebbe contenere informazioni non più valide.

Generalmente si sconsiglia di mettere mano al registro di Windows e di solito lo sconsiglio anche io ai meno esperti, ma, se si sa dove intervenire, qualche modifica al registro di Windows può migliorare la tua esperienza d’uso. E poi imparare qualcosa sul nostro amato Windows e sul suo funzionamento di base può essere molto utile. Oggi quindi ti spiego cos’è e come funziona il registro di Windows 7, ma soprattutto quali modifiche puoi fare per migliorare le prestazioni del pc e la sua usabilità. Per i meno esperti metto a disposizione un pacchetto di modifiche già pronte: basterà un click per modificare il registro senza fatica.

Il registro di Windows, questo sconosciuto

Vantaggi concreti

Oltre al già citato vantaggio dell’apprendimento, ci sono reali vantaggi che possiamo ottenere con le modifiche del registro:

  • aumento delle prestazioni
  • maggior velocità
  • sarai consapevole di ogni modifica apportata al TUO sistema
  • sarai in grado di ristabilire la situazione iniziale se le modifiche non ti soddisfano
  • non ti dovrai affidare a software di terze parti che non sai cosa vanno a modificare

Struttura del registro

Prima di spiegarti come intervenire sul registro di Windows, mi sembra giusto spiegarti per lo meno come funziona, in modo che tu sappia dove e cosa andremo a modificare.

Il registro di Windows è il cuore di tutto il sistema ed è qui che vengono registrare e poi prelevate tutte le informazioni che consentono a Windows di funzionare correttamente. Qualche esempio? Nel registro troviamo i parametri dei software e dell’hardware, le impostazioni grafiche che avete scelto e quelle di base di Windows (che magari non sai nemmeno che esistono).

Per aprire l‘Editor del Registro di Sistema andiamo su Start e, nella barra di ricerca, digitiamo:

 regedit

Premiamo Invio e diamo l’Ok quando Windows ci chiederà se dare al programma il permesso di modificare il computer. Eccoci quindi di fronte al nucleo del nostro sistema operativo.

Abbiamo prima di tutto 5 cartelle principali, come noterai, che si chiamano Chiavi e vengono contraddistinte dal prefisso HKEY che sta per Handle Key. Ogni chiave ha un ruolo fondamentale che cercherò di sintetizzare per non annoiarti:

  • HKEY_CLASSES_ROOT: contiene le informazioni che riguardano le componenti OLE, le estenzioni dei file che vengono riconosciute dal sistema e i programmi che interpretano queste estensioni.                                                                                                  
    In informatica, Object Linking and Embedding (in inglese collegamento e incorporazione di oggetti), generalmente abbreviato OLE, è una tecnologia per la creazione di documenti composti (compound document) sviluppata da Microsoft. Per maggiori informazioni leggi la relativa voce su Wikipedia.
  • HKEY_CURRENT_USER: in sostanza cotiene tutte le informazioni riguardanti l’utente corrente come le impostazioni del desktop, le preferenze dell’utente, i settaggi della tastiera e delle rete, le configurazioni dei programmi e quelle dei sistemi. Insomma, tutto ciò che ti riguarda quando usi il computer è qui dentro.
  • HKEY_LOCAL_MACHINE: qui troviamo la configurazione del pc in quanto macchina, indipendente quindi dall’utente. Abbiamo le impostazioni dell’hardware, del bootmanager, quelle di sicurezza e quelle del sistema operativo.
  • HKEY_USER: è la versione più estesa della chiave HKEY_CURRENT_USER poichè non contiene solo le informazioni sul tuo utente, ma anche su tutti gli altri, compreso quello predefinito del pc che viene indicato con .Default.
  • HKEY_CURRENT_CONFIG: come dice il nome stesso, è la configurazione corrente dell’hardware così come viene caricata dal sistema operativo all’avvio del pc. Qui troviamo peresempio i driver che si caricano all’avvio.

Le sottochiavi le possiamo visualizzare nella parte destra dell’Editor che si divide in:

  • Nome: l’etichetta che permette alla chiave di essere identificata dal sistema
  • Tipo: può essere stringa, binario o word
  • Dati: possono essere percorsi, nomi, tempi oppure nulli se non venogno impostati.

Nell’immagine qui sotto trovi ricapitolate le informazioni apprese sul Registro di Windows.

Prima di passare alle modifiche del registro, vorrei chiarire la questione 64 bit. In Windows 7 l’editor del registro di sistema distingue le chiavi a 32 bit da quelle a 64 bit nella sottochiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\WOW6432Node; WOW sta per Windows On Windows, ossia Windows a 32 bit in Windows a 64 bit, ed è in questo modo che i programmi a 32 bit girano sul nostro sistema a 64.

Modifichiamo il registro

Dopo questa non troppo breve introduzione sul funzionamento del Registro di Windows possiamo passare all’azione. Cercherò di essere il più chiaro possibile per rendere le operazioni semplici anche a quelli che non sono dei veri e propri smanettoni.

Le modifiche suggerite sono disposte in ordine di difficoltà. Per facilitarti ho colorato i nomi delle modifiche in verde, arancione e rosso per distinguerne la difficoltà. Ovviamente la disposizione e la valutazione della complessita è soggettiva, ma spero ti tornerà utile.


Backup del registro

Prima di cominciare, è fondamentale fare un backup del registro. Se per disgrazia qualcosa andasse male potrai importare la vecchia configurazione e tutto tornerà funzionante come prima. Per farlo apriamo il registro con il comando regedit, apriamo il menu File e clicchiamo su Esporta. Scegli la cartella, dai un nome al file e clicca su Salva.

Come puoi vedere nello screenshot qui sopra, nella parte più bassa della finestra di salvataggio troviamo Intervallo di esportazione. Se vuoi salvare tutto il registro seleziona Tutto, altrimenti scegli Selezione per salvare una singola chiave.

Passiamo all’azione

Chiusura di Windows. La modifica che ti propongono per prima ci consente di diminuire il tempo di chiusura di Windows. Andiamo in HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control dove troveremo WaitToKillServiceTimeout; il valore di default è 12000, ossia 12 secondi perchè è espresso in mille secondi. Possiamo abbassa il valore a 7000 cliccando con il destro e selezionando Modifica.

Disattivazione User Account Protection. Per disattivare il fastidio Controllo dell’account utente troviamo la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\System e settiamo 0 come valore alla voce Enable LUA. Rimettiamo 1 per riattivarlo.

Poligamia su Windows Live Messenger. Puoi usare più account Windows Live Messenger contemporaneamente grazie ad alcuni tool come MSN Discovery o Messenger Plus! ma si può ottenere il mesimo risultato anche con una piccola modifica al registro di Windows Live Messenger. In questo caso il percorso varia in base alla versione di Windows 7 installata. Se il sistema operativo è a 32 bit andiamo alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows Live\Messenger e andiamo su Modifica per selezionare Nuovo e poi Valore DWORD (32 bit). Chiamiamo il nuovo valore MultipleInstances e poi, cliccandoci sopra due volte, scriviamo 1 in Dati_Valore (Base deve essere impostata su Esadecimale, non sbagliare).

Nel caso il tuo sistema sia a 64 bit come il mio, allora dovrai andare in HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Microsoft\Windows Live\Messenger e fare le stesse modifiche indicate sopra per la versione a 32 bit.

Velocizzare l’apertura delle finestre. Per farlo andiamo in HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop, doppio click su MenuShowDelay e impostiamo 100 al posto di 400.

Rimuovere le notifiche per programmi disinstallati. In basso a destra oltre alle classiche icone come l’0rologio, l’audio e la batteria possiamo trovare icone relative a software, alcune delle quali permangono anche dopo la disinstallazione del software stesso. Per toglierle cerchiamo la chiave HKEY_CURRENT_USER\Software\Classes\LocalSettings\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\TrayNotify e cancelliamo le chiavi IconStreams e PastIconsStream. Il risultato si noterà dopo il riavvio.

Lo sfondo di Windows Media Player. Forse non lo sai ma lo sfondo di Windows Media Player può essere cambiato e la scelta è tra 6 wallpaper differenti. Per modificarlo andiamo in HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\MediaPlayer\Preferences dove troviamo LibraryBackgroundImage; apriamo Modifica valore con un doppio click e modichiamo Dati_Valore con un numero tra 1 e 6. Puoi andare per tentativi per scoprire quale fa per te.

Il comando Esegui nel menu Start. La barra di ricerca di Windows 7 funziona come il vecchio Esegui di Windows XP (oltre che come strumento di ricerca) ma per i più nostalgici è possibile riaggiungere Esegui nel menu Start. La chiave su cui agire è HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced e dobbiamo aggiungere tramite il menu Modifica un nuovo Valore DWORD (32 bit) che chiameremo Start_ShowRun. Nel campo Dati valore mettiamo 1 con Base su Esadecimale e premiamo OK. Vedrai il risultato della modifica dopo il riavvio del pc. Quando ci stancheremo di avere lì Esegui  ritorneremo alla nostra nuova chiave cambiando l’1 con lo 0.

Velocizzare le anteprime della taskbar. Come sai Windows 7 ha la taskbar dove è possibile vedere l’anteprima delle finestre aperte. Possiamo velocizzare l’anteprima aprendo la chiave HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Mouse; selezioniamo la stringa MouseHoverTime e modifichiamola mettendo 50 al posto di 400.

Aggiungere funzioni al tasto destro. Possiamo aggiungere al menu contestuale (quello che compare quando clicchiamo con il destro su un file o una cartella) alcune funzioni come Copia nella cartella e Sposta nella cartella. Nel primo caso cerchiamo la chiave HKEY_CLASSES_ROOT\Directory\shellex\ContextMenuHandlers, clicchiamoci sopra con il destro e in Nuovo scegliamo Chiave. Chiamiamo la chiave Copy To, facciamo doppio clic sul (Predefinito) e nella finestra Modifica stringa digitiamo nella riga Dati valore {C2FBB630-2971-11D1-A18C-00C04FD75D13}. Ora ci spostiamo in HKEY_CLASSES_ROOT\*\shellex\ContextMenuHandlers e ricreiamo la stessa chiave con lo stesso nome e lo stesso valore.

Per creare invece la voce Sposta nella cartella andiamo sempre negli stessi percorsi di prima e creiamo sempre una chiave che però chiameremo Move To. Alla riga Dati valore questa volta scriviamo {C2FBB631-2971-11D1-A18C-00C04FD75D13}.

Abbiamo svolto una procedura simile sia in Directory che in * perchè nel primo caso il menu contestuale è quello delle cartelle, nel secondo è quello dei file.

Schermata d’accesso personalizzata. La schermata d’accesso di Windows, quella in cui fai il login insomma, può essere modificata e i programmi per farlo sono diversi. Io per esempio l’ho fatto con TuneUp Utilities 2011 ma il più famoso è LogOnStudio ma possiamo benissimo farlo con l’Editor del Registro.

Ci sono però altre cose che possiamo modificare dopo aver cambiato l’immagine con un software di terze parti. Tanto per  cominciare possiamo rendere più leggibile la scritta nel caso non si veda bene con il nuovo sfondo. Troviamo la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Authentication\LogonUI e creiamo il Valore DWORD (32 bit) che chiameremo ButtonSet. In Dati Valore mettiamo un numero tra 0 e 2: 0 è l’impostazione di default, 1 va bene per sfondi chiari e 2 per sfondi scuri.

Possiamo anche aggiungere una scritta personalizzata nella schermata di avvio. Andiamo in HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\System; doppio click su legalnoticecaption e scrivete qui il messaggio che volete visualizzare all’inizio. Se volessimo aggiungere anche un corpo del testo clicchiamo anche su legalnoticetext e insieriamo il testo.

Pacchetto modifiche

I più smanettoni tra noi non avranno problemi ad apportare manualmente le modifiche indicate sopra, ma per coloro che sono meno esperti, più timorosi o soltanto più pigri ho pensato di creare io i file necessari alle modifiche e riunirli tutti in un pacchetto scaricabile dal link qui sotto. Il file è .rar ed è leggerissimo (circa 8kb su disco).

Spero che i nomi dati ai file siano sufficientemente chiari per capire a cosa servono; se hai dubbi sappi che i nomi che ho dato fanno riferimento ai titoletti dati ai vari trucchi e suggerimenti. In ogni caso sei libero di fare qualsiasi domanda commentando l’articolo.

Ti ricordo che per avviare la modifica basta un doppio click sul file e il tuo consenso quando apparirà la finestra del Controllo dell’account utente.

Prima di applicare delle modifiche fai il backup! Questo ti permetterà di ripristinare il tuo pc alla precedente configurazione di registro.

, 350 articoli pubblicati

24 anni, amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice all'occorrenza. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia. Editor e podcaster su Skimbu.it, autrice per Androidworld.it.

Visita il sito web di questo autore

Condividi l'articolo!

  • Maxasq

    Molto utile anche solo a scopo didattico… :)

    • Anonimo

      Ti ringrazio :) Spero di essere stato sufficientemente chiaro nonostante la lunghezza dell’articolo

  • Marco

    fantastico!
    segnalo che “chiusurawindows” non funziona. l’alert mi dice che non è un registro di sistema

  • Laura Roggero

    Ciao, io vorrei aggiungere le funzioni “copia nella cartella” e “sposta nella cartella” al menù “Modifica” invece che a quello contestuale. E’ possibile? Ho windows 7 sia sul pc di casa che su quello dell’ufficio e in ufficio queste funzioni sono nel menù modifica, mentre a casa non trovo il modo di fare altrettanto

  • Silver

    Ciao,complimenti 6 riuscita ad esporre l’argomento molto chiaramente,e ti ringazio sopra tutto per i tasti “sposta nella cartella” e “muovi nella cartella”per me sono molto utili…grazie, sei un fenomeno

    • Erika

      Ti ringrazio :)
      Alla fine sono cose che ho scoperto perché sono utili anche a me xD

  • Dino

    salve trovo molto interessante questo post ma vorrei sapere come posso reindirizzare la cartella desktop utilizzando il registro di sistema.. grazie mille…

  • Giuseppe Schiazza

    Complimenti per la chiarezza.

  • ferry

     sto usando uno spreadsheet vecchio il cui eseguibile è   qpw7.exe  e le estensioni   wb3
    come posso fare perchè windows riconosca questo programma  e la sua estensione  …
    grazie per una risposta

  • Massimiliano

    Ciao, ho letto con attenzione (e un leggero mal di testa involontario e puramente casuale) il tuo articolo e sicuramente lo proverò a fare quanto prima, sperando non mi si autodistrugga il pc (della serie “meglio morire”). 

    Volevo chiederti se per caso era possibile passare da un sistema a 64 bit a uno a 32 bit o viceversa se supportato e se si, su cosa influisce soprattutto il passaggio (oltre al fatto che alcuni programmi potrebbero non girare più). Grazie !!

  • Vincent Albano

    Sono nuovo della rete, ho scoperto solo ora Skimbu, trovo che l’autore è formidabile. Ho copiato tutto e installato. ma non ho ancora riavviato il computer ( Windows 7 con 8 giga di ram)

    Vorrei chiedere se mi puoi dare una mano, Non riesco a far accettare a Win 7 un secondo disco da 5oo GB purtroppo non lo vede proprio e non so come fare. Ti ringrazio per quanto hai già fatto e messo a disposizione e ti prego se puoi indicarmi come fare . Firmato Vincent di Torino. 

  • Alfonso

    Molto interessante l’articolo sull’ottimizzazione di Win 7….Ma io non riesco a risolvere un problema relativo all’apertura di un programma che da un po’ di tempo è molto lento a partire,ho sentito che vi sono dei file detti prefetch che possono influire sulla’apertura di un programma ,cosa devo fare devo forse cancellare tutti i file prefetch nella loro cartella C:windowsprefetch….???? Complimenti per il sito!!

  • Gio

    Ciao a tutti
    Molto molto interessante e come altre soluzioni trovate in rete sono molto utili. Io volevo fare una domanda un tantino OT se me lo concedete ho scaricato il pacchetto e ho visto i vari file reg che basta avviarli e unirli al sistema, volevo sapere se questi reg è possibile riunirli ( o sapere come fare) in una gui di selezione dove decidere quali unire e avviarli tutti insieme. In aggiunta ho anche molte modifiche fatte nei nei servizi che potrebbero essere inserite ma purtroppo non sò come individuare la chiave del servizio che ho cambiato e non sò come creare una gui. Se avete qualche suggerimento in merito o anche delle guide ( in Italiano possibilmente) da studiare fatemelo sapere, mille grazie.

  • effe012

    Complimenti e grazie, ottimo articolo e decisamente utile.
    Personalmente ho apprezzato molto la procedura per modificare il menù tasto dx, mi piacerebbe leggere altri articoli sull’argomento.

  • Alfa-MitoQV

    Ragazzi mi sarebbe interessato poter diminuire ulteriormente la presentazione delle immagini sul desktop. adesso si può impostare un minimo di 10 sec da DX su desktop personalizza sfondi del desktop. vorrei poter trovare la chiave nel regedit per diminuire ulteriormente questo dato.

Seguici per leggere

Prima di vedere il contenuto che stai cercando seguici su Facebook per scoprire sempre grandi articoli riguardanti la tecnologia, la scienza, l'innovazione, la moda e le tendenze. Abbiamo una filosofia unica e giovane, e ci serve il tuo sostegno.

Se non hai Facebook seguici su Twitter!

Non ho Facebook ne Twitter o vi seguo già